Torna su

Riflessioni

Subscribe to Content Updates

Testimonianza di Frances T. - Self Testimony

Mi chiamo Frances, ho 33 anni e oggi posso dire di essere una donna, moglie e madre serena e felice ma non e` sempre stato cosi`. Sono nata in una famiglia monogenitoriale, come si dice oggi, eravamo solo io e mamma.

Quando ho cominciato la scuola ho iniziato a fare le prime domande a mia madre: chi erano questi alti uomini che venivano a prendere i miei amici a scuola e perche` io non avevo un papa` come loro?

Nella mia mente di bambina, ricevetti quello che mi spiego` mia madre e capii che mio padre non aveva voluto rimanere con noi, non ricordo di esserne stata sconvolta ma solo anni dopo cominciai a comprendere quanto il rifiuto di mio padre avesse influenzato la mia esistenza.

La situazione precipito` quando per esigenze lavorative mi madre mi dovette affidare alle cure di una famiglia che aveva un’ attivita` vicino casa e una mattina nella quale mi trovai sola con il capofamiglia subii da parte sua una molestia sessuale.

Quel giorno la mia vita crollo`! Continuai a vivere ma era come se non avessi piu` un valore di nessun tipo come se quell’evento avesse decretato che io non ero una persona ma ero qualcosa da cui qualcuno aveva preso quello che voleva, come fossi stata solo un oggetto. Ovviamente la mia innocenza si frantumo’ quel giorno e riesco a descrivere la sensazione dicendo che penso di essermi sentita come Adamo ed Eva dopo aver disubbidito a Dio, si videro nudi e si vergognarono… questa sensazione ed una grande confusione accompagnarono per molto tempo la mia vita…

Capii solo dopo quello che vi descrivo; non c’era equilibrio dentro di me, non avevo affezione per niente e nessuno, in qualche modo mi relazionavo con le persone ma era come se non mi interessasse veramente nessun tipo di legame o amicizia, i miei sforzi erano legati soprattutto alla conquista dell’amore e dell’attenzione di una figura maschile, dentro di me tutto gridava per quello ed ho fatto molti errori per questa ragione, ho ricevuto molte ferite a causa di questo ed ho permesso alle persone ed a me stessa di farmi del male. Durante l’adolescenza ho iniziato a soffrire di bulimia, problema che e` durato per diversi anni. Ho cercato in tanti modi di riempire tutto quel baratro che avevo dentro, anche cercando di non pensarci attraverso tutte quelle “distrazioni” che il mondo offre, ma niente era utile a questo, anzi!

Tutto questo accadeva silenziosamente, non comprendevo tutto quello che vivevo interiormente, in tutto cio` mia madre era una colonna per me, lei da quando ero nata era stata un esempio per me e vedevo nella sua vita una gran fede in Dio, vissuta, reale, che permeava la vita di tutti i giorni e le varie circostanze che si susseguivano nelle nostre vite, lei frequentava una chiesa evangelica e mi portava con se` e le cose insegnate li`, nella mia mente, erano cose giuste ma era come se fossero tutta teoria, nella mia disperazione interiore mi sforzavo con le mie energie di stare meglio e Dio era messo da parte.

Le persone in chiesa, spesso parlavano di Dio come di Colui che trasformava la loro tristezza in gioia, che toglieva il loro dolore e queste erano le cose che piu` mi colpivano … All’eta` di 18-19 anni dopo tanti anni di sforzi e prove di stare meglio e tentativi di emergere in tutti i modi, mi ricordo che ero in una condizione di arresa totale, sfidaii in un certo senso Dio, gli disse: ok se sei chi dici di essere e quello che sento dagli altri e` vero, manifestati nella mia vita, ora deve avvenire qualcosa in me. E lo cercai dove pensavo di poterlo trovare, cioe` nella Bibbia, la Sua Parola, comincia a leggere e parlare con Lui, con determinazione: se Dio aveva qualcosa da dire io gliene stavo dando la possibilita’; non che all’inizio sentissi qualcosa ma lo facevo ogni giorno e mentre lo facevo cominciavo ad accorgermi che i miei pensieri stavano cambiando

Era come se leggendo dei brani della Bibbia questi parlassero direttamente a me, mi descrivevano cose che avevo dentro, oppure rispondevano alle domande che avevo su come affrontare alcune situazioni. Un giorno in particolare mi ricordo che stavo li , nel mio “parlare” con Dio e gli ho chiesto di farmi sentire il suo amore per me e mentre in altri momenti (soprattutto all’inizio di questa ricerca di Dio) non c’erano state delle grandi emozioni, o sensazioni interiori, quel giorno ho veramente realizzato dentro che qualcosa scendeva in me e mi riempiva ed era cosi` abbondante che io non riuscivo a contenerlo: l’Amore di Dio, quello con la ”A” maiuscola, quello che ha riempito il vuoto lasciato da mio padre, quello che ha ristabilito il mio vero valore, quello che successivamente mi ha permesso di perdonare chi mi aveva fatto del male. Quel giorno che e` arrivato nel percorso che avevo gia` intrapreso, ho realizzato che Dio mi ama, anche se io non melo merito, ho realizzato che Lui c’era sempre stato ma che spesso io avevo deciso di affrontare le cose da sola, ho realizzato il suo perdono per i miei peccati che Dio ha reso possibile attraverso Gesu` che ha portato la pena dei miei errori sulla Croce al posto mio e sai perche` Dio ha sacrificato suo Figlio? Perche` ci ama! Quel giorno la mia vita ha preso definitivamente una svolta e io non sono mai piu` tornata indietro o non ho mai pensato neanche un momento che avrei potuto continuare a vivere senza Dio nella mia vita! Sono continuata a cambiare nel modo in cui vedevo me stessa e gli altri, hanno preso di nuovo forma i valori importanti come il rispetto, l’amicizia e tutte quelle cose che fanno parte di una vita interiormente sana! Alcune cose sono avvenute in me come per mezzo di un miracolo, altre sono state il frutto di un percorso fatto con perseveranza! Sono passati diversi anni e come ho scritto all’inizio oggi sono una persona che senza l’intervento di Dio non sarei mai potuta essere. Tante altre cose meravigliose sono accadute nella mia vita fino ad oggi, alcune veramente sorprendenti, ma questo e` stato l’inizio ed il fondamento attraverso il quale Dio ha cominciato a ricostruire la mia esistenza. A Dio sia la Gloria.

Frances T.

Contatti

Via del Commendone, 35a/b - 58100 GROSSETO


Tel. 0564 / 45 10 25
Fax. 0564 / 45 33 92

Email: info@chiesapostolica.it

Chiesapostolica.it © 2009 - 2015 - Exponent CMS
Privacy e Cookie

Intesa con lo Stato Italiano ai sensi dell'Art. 8 c.3 della Costituzione - Legge n. 128 del 30.07.2012

Sicurezza sito web